PROGETTO

Il geoblog attua l’interazione tra la mappa del territorio e quelle scritture che rivelano un’azione nel territorio stesso.

Sulle geografie dei luoghi, formalizzate nelle mappe, si potranno così inserire i diari scritti e audiovisivi rilevati dallo sguardo soggettivo di chi vorrà giocare questo particolare gioco di comunicazione che sviluppa un rapporto inedito tra rete e territorio.

Si scrive il proprio diario, le proprie storie, sulle geografie.

E’ questa una delle opportunità che ci offre il geoblogging: non solo quella di fare blog ma quella di integrarlo con le immagini del territorio visto sia dal basso delle azioni nel territorio sia dall’alto, dai satelliti, dallo “sguardo da di fuori”

NEWS

Le storie nelle geografie
Una piattaforma dove sperimentare le scritture che non solo si emancipano dal foglio per occupare lo schermo…

ma anche quelle scritture che sfuggono dal paradigma temporale dello sviluppo lineare (dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra) per espandersi nello spazio.

Lo spazio quello “vero”. Ovvero quello attraverso cui si definisce convenzionalmente il mondo che ci circonda: le geografie delle mappe, qui rappresentate attraverso lo sguardo satellitare di google map.

Va detto a questo punto che la progettualità di Performing Media in occasione delle Olimpiadi2006 realizzò già un geoblog basato sullo sguardo orto-fotografico della città di Torino. Un cantiere progettuale avviato già nel 2005 e che di fatto anticipò Google (come riconosce La Stampa e Nova/Sole24ore).

Un recente geoblog è questa Mappa Emozionale dei Luoghi della Memoria Antifascista a Torino.

REGISTRATI

in alcuni geoblog puoi solo COMMENTARE
devi comunque REGISTRARTI.

REGISTRATI QUI

 
VUOI SCRIVERE DA GEOBLOGGER?
partecipa al gruppo di discussione sul nostro social network