La via lungo il porto

Il tracciato della direttrice viaria che fiancheggiava la zona portuale può essere ricostruito  grazie a due tratti superstiti di lastricato stradale, rinvenuti il primo presso i muri pertinenti a tre ambienti di un edificio posto tra le vie Saffi e Vanvitelli, a 4,65 metri di profondità, il secondo a ovest di vicolo Foschi, sul Largo della Dogana, a 3,30 metri di profondità. L’orientamento di altre strutture, pubbliche e private, emerse nelle vicinanze, ci aiuta a ricostruire il percorso viario che, verosimilmente, nella piena età imperiale, conduceva fino all’arco di Traiano, come testimonia un terzo tratto con porzione di marcipiede conservato presso la zona dei magazzini.