La domus di via della Loggia

I resti dell’antica domus emersero nel dopoguerra, nel corso dei lavori di ricostruzione dell’edificio posto tra la chiesa di Santa Maria della Piazza e via della Catena. Riaffiorano così due ambienti lunghi m. 13.20, con prospetto a ovest su via della Loggia, mentre a est un corridoio dava accesso ad un peristilio, di cui sono state portate alla luce quattro basi di colonna in arenaria e, lungo il lato nord, i resti di tre colonne in laterizio, già registrate dal Serra nel 1929. Un terzo ambiente venne scoperto a ovest del portico, documentato solo da una pianta redatta recentemente. E’ probabile che l’ingresso alla domus fosse rivolto verso ovest, condizionato dalla morfologia del terreno, che determinò successivamente la stessa scelta anche per l’ingresso alla chiesa.