La loggia dei Mercanti nel Vasari

Vasari

Il Vasari, mentre riferisce della vita di “Duccio, pittore sanese”, cita “Moccio, scultore et architetto ragionevole”, al quale attribuisce “la porta di Sant’Agostino in Ancona, con molte figure et ornamenti simili a quelli che sono alla porta di San Francesco della città medesima [...] e finalmente la loggia de’ Mercanti di quella città [...].