Villaggio Olimpico

Quarte tappa del concorso FINDING FLAMINIO
Impianto residenziale progettato in occasione dei Giochi Olimpici del 1960 da Vittorio Cafiero, Adalberto Libera ), Amedeo Luccichenti, Vincenzo Monaco, Luigi Moretti.
“La cosa non sembri azzardata, ma pochi aggregati abitativi della città suggeriscono le stesse emozioni di questo gruppo di case apparentemente simili a un accampamento provvisorio, non è infatti da tutti risiedere in un quartiere nato, almeno inizialmente per ospitare un evento ludico-planetario, i giochi olimpici del 1960: piedi nudi di Abebe Bikila sotto la tomba di Cecilia Metella e l’Arco di Costantino, occhiali da sole di Livio Berruti, l’implicito omaggio ai “pilotis” di Le Corbuisier e allo sviluppo dell’architettura Modernista. Lo stesso Villaggio Olimpico che ultimamente, grazie ai bacarozzi di piombo dell’Auditorium (parco della musica) di Renzo Piano, sembra aver conquistato un plusvalore di modernità e di servizi ricreativi.”
Tratto da Fuvio Abbate “ROMA – Guida non conformista alla città” ed. Cooper, 2007