Facoltà di Architettura Valle Giulia – QteER.

QteER.

Residenze ecocompatibili nella periferia di Roma

Facoltà di Architettura Valle Giulia, Sala Petruccioli

In quel periodo, denso di contraddizioni e di conflitti, continuavano infatti a sorgere i grandi interventi di edilizia residenziale pubblica come il Corviale, il Laurentino 38 e il Casilino 2, complesse “macchine abitative” nelle quali si riassumevano le utopie collettivistiche e per più di un verso massificanti del Novecento. In alternativa a queste architetture macrostrutturali nascevano gli insediamenti spontanei i quali, nella illegalità di allora prefiguravano un nuovo modo, più raccolto e riconoscibile, di abitare la città. Come piccole citta giardino le borgate proponevano un microtessuto a scala umana privo di elementi e di spazi alienanti e omonimi. Progettata come contributo della Facoltà di Architettura “Valle Giulia” alla Festa dell’Architettura di Roma la Borgata Ortinuovi è un esperimento di architettura urbana sostenibile che si ricollega a questa esperienza storica, rileggendola in una chiave progettuale per la quale la sostenibilità non è soltanto una questione tecnica ma una nuova dimensione culturale che interessa ogni aspetto dell’abitare.