Auditorium

L’Auditorium è la terza tappa del percorso di Finding Flaminio.

Si tratta di un Centro culturale polivalente progettato dall’Architetto italiano Renzo Piano, inaugurato il 21 Dicembre 2002.

La sua realizzazione si colloca temporalmente dopo un periodo di prolungata assenza di opere di architettura e monumenti in genere a Roma, dove non si realizza niente di significativo dai tempi Italia ’90, le cui opere romane, più che per la loro qualità architettonica sono ricordate prevalentemente come simbolo di decadimento e spreco.

Renzo Piano vince con relativa facilità il concorso, utilizzando materiali “compatibili” con la storia millenaria di Roma: piombo per le coperture, mattone per i rivestimenti, travertino diffuso per i pavimenti interni ed esterni. Trova sul suo cammino molte difficoltà di carattere tecnico, burocratico e archeologico, che riuscirà a superare quasi solo grazie alla sua fama e al suo prestigio di livello internazionale.
Alla fine il risultato è un’opera che forse non è il suo maggiore capolavoro, ma che denuncia con forza per la prima volta come Roma abbia un forte urgente bisogno di strutture e spazi moderni dove collocare le proprie attività culturali e il proprio vivere sociale in genere.
Alla fine viene utilizzato per le più disparate iniziative, prima tra tutte il Festival del Cinema, per il quale, a voler essere pignoli le sale non appaiono del tutto idonee.

Una vera breccia sul panorama architettonico romano, mai definitivamente aperta e sempre a rischio di chiusura.